Technische Universität München

The Entrepreneurial University

 
I narcotici sono sostanze che causano sollievo dal dolore e alterazioni dell'umore. La definizione di narcotici è generalmente limitata ai narcotici analgesici (oppiacei), di cui fanno parte tutte le sostanze naturali, semisintetiche e sintetiche che si comportano farmacologicamente come la morfina. La principale applicazione medica della morfina è la riduzione del dolore. L'uso di antidolorifici è frequente nello sport, specialmente tra gli atleti che praticano sport violenti. Inoltre, i narcotici analgesici sono in grado di ridurre l'ansia, potenziando le prestazioni in discipline sportive in cui un'ansia eccessiva potrebbe influenzare negativamente il controllo motorio fine, come il tiro a segno con la pistola e il tiro con l'arco. Gli oppiacei agiscono attraverso le endorfine, le encefaline e le dinorfine (oppiacei endogeni), modulando la reazione del sistema nervoso centrale agli stimoli dolorosi. L'eroina e la morfina si legano agli stessi recettori degli oppiacei endogeni, riducendo l'eccitabilità dei neuroni, che è probabilmente all'origine dell'effetto euforico. L'effetto euforico può essere ampliato dal coinvolgimento dei neuroni inibitori GABA dell'area tegmentale ventrale, che influenzano l'aumento del rilascio di dopamina. I principali effetti biomedici dei narcotici analgesici sul sistema nervoso centrale sono euforia, letargia, apatia e incapacità di concentrazione. 
drucken 

www.doping-prevention.com