Technische Universität München

The Entrepreneurial University

 
I preparati della cannabis contengono più di 60 cannabinoidi, ma il principale componente psicoattivo della cannabis è il tetraidrocannabinolo (THC). L'apparato respiratorio è interessato da alcuni degli effetti avversi più gravi del fumo di cannabis (marijuana). Riguardo agli effetti avversi del fumo di cannabis sui polmoni, gli effetti del THC sono forse di minore importanza rispetto a quelli provocati dai numerosi prodotti di combustione ai quali sono esposti i fumatori. Dati clinici suggeriscono che tali effetti avversi sono simili a quelli indotti dal fumo di tabacco. Infatti, sia la fase gassosa che quella particolata del fumo di tabacco e di cannabis contengono la stessa serie di sostanze chimiche dannose (tabacco e sostanze cancerogene). Tuttavia, le conseguenze polmonari del fumo di cannabis possono essere amplificate da un maggiore accumulo di particolati del fumo nei polmoni, a causa del diverso modo in cui viene fumata la cannabis. Infatti, i fumatori di cannabinoidi generalmente inalano profondamente il fumo e trattengono a lungo il respiro per ottenere il massimo assorbimento di THC. Studi clinici dimostrano che l'infiammazione si sviluppa anche dopo un'esposizione limitata al fumo di cannabis. Mentre il THC in sé causa una modesta broncodilatazione a breve termine, il fumo di cannabis produce numerose alterazioni respiratorie a lungo termine, come attestano le prove istopatologiche di bronchiti acute e croniche. Nei fumatori di cannabis sono molto comuni i sintomi quali tosse cronica e produzione di espettorato, nonché dispnea da sforzo. Il fumo abituale di marijuana è associato ad anomalie nella struttura e funzione dei macrofagi alveolari, predisponendo potenzialmente a infezioni polmonari.
Il fumo di cannabis è cancerogeno sia in vitro che in vivo ed è una delle possibili cause di tumori polmonari nei fumatori cronici di cannabis. In questi ultimi sono state riscontrate le stesse alterazioni istopatologiche e mutageniche che si ritiene precorrano il carcinoma del polmone. In giovani adulti che sono stati fumatori cronici di cannabis, sono documentati anche casi di tumori del tratto aerodigestivo superiore (bocca, lingua ed esofago), ma mancano riscontri precisi negli studi epidemiologici.
drucken 

www.doping-prevention.com