Technische Universität München

The Entrepreneurial University

 
I beta-bloccanti inibiscono l'azione delle catecolamine sui recettori β-adrenergici. L'asma è una malattia caratterizzata da episodi ricorrenti di broncospasmo alternati a periodi di funzioni polmonari essenzialmente normali. I β-agonisti inalati o iniettati causano broncodilatazione (attraverso i recettori β2-adrenergici) e vengono utilizzati nel controllo dell'asma. Di conseguenza, l'uso di β-bloccanti (non selettivi) può scatenare o aggravare un broncospasmo in atleti o pazienti con asma o malattie polmonari associate a iperreattività delle vie respiratorie.
drucken 

www.doping-prevention.com