Technische Universität München

The Entrepreneurial University

 
Alcuni studi associano la somministrazione di androgeni a un alto rischio di insorgenza o a un aggravamento della sindrome da apnea notturna. In genere, l'apnea notturna è un fenomeno di cessazione o riduzione ricorrente del flusso d'aria verso i polmoni durante il sonno. L'apnea notturna è suddivisa in due tipi: centrale, con cessazione dei movimenti respiratori, oppure ostruttiva, con restringimento delle vie respiratorie superiori. Gli episodi ripetuti di ostruzione sono associati a ipossia intermittente grave e frammentazione del sonno. I sintomi comprendono cefalee mattutine, affaticamento e, in casi più gravi, un quadro clinico di insufficienza respiratoria. Le apnee notturne sono una causa comune di russamento, sonnolenza diurna, riduzione delle prestazioni cognitive e incidenti stradali.
L'assunzione di androgeni può indurre o aggravare l'apnea notturna ostruttiva in alcuni uomini, donne e bambini. In conformità con queste osservazioni, dati recenti relativi a uomini di età matura esposti ad alte dosi di esteri di testosterone hanno dimostrato una riduzione del tempo totale del sonno, episodi ipossici di lunga durata e aumento dell'indice di disturbo respiratorio (numero di apnee e ipopnee per ogni ora). Inoltre, l'aumento della produzione di testosterone endogeno come conseguenza di un tumore testosterone-secernente può indurre nelle donne apnea notturna ostruttiva. I possibili meccanismi di questo effetto degli androgeni sono associati a un incremento della collassabilità delle vie respiratorie e all'influsso degli androgeni sul controllo neuromuscolare della pervietà delle vie respiratorie superiori durante il sonno. Inoltre, specialmente nelle donne, l'azione degli steroidi anabolizzanti sulla configurazione strutturale dell'orofaringe provoca una riduzione di dimensioni delle vie respiratorie superiori.
drucken 

www.doping-prevention.com